gs1

Le aziende imparano il marketing digitale al Master GS1 Italy

Per la prima volta la partecipazione ai moduli legati agli analytics e al data management del Master in Retail and brand management si apre anche a un numero chiuso di partecipanti già inseriti in azienda. Obiettivo: diffondere la cultura digitale e sviluppare competenze specifiche

Si chiama Open Lecture Master ed è la nuova iniziativa del Master in retail and brand management sviluppato da GS1 Italy con il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali - Università di Parma, che prenderà il via il 7 giugno e si svilupperà in otto moduli specialistici dedicati all’e-commerce e a temi più tecnici del digital marketing. La novità sta nel fatto che questi moduli, parte integrante del Master, si aprono anche a chi già è inserito in azienda e non utilizza ancora gli strumenti digitali.

«La recente ricerca sull’impatto della trasformazione digitale nelle aziende del largo consumo – spiega Silvia Scalia, ECR and training director GS1 Italy – ha evidenziato tra gli altri aspetti la necessità di diffondere la cultura digitale nelle imprese e di sviluppare contestualmente nuove competenze. Con Open Lecture Master vogliamo dare un contributo nel formare le nuove competenze digitali che servono alle aziende per competere nel contesto attuale».

Tecnicamente ciascuno degli otto moduli è infatti aperto alla partecipazione di non oltre dieci junior assunti in aziende industriali e commerciali, con un massimo di due partecipanti ad azienda. Unica condizione, che non siano specialisti della materia.

«Questa iniziativa, inserita nel Master in retail and brand management, che già da un paio di edizioni ha rafforzato i contenuti riguardanti gli analytics e il data management, si caratterizza almeno per tre aspetti chiave», afferma Davide Pellegrini, direttore scientifico Master GS1 Italy in retail & brand management. «Il primo è che forse per la prima volta le imprese vanno in aula partecipando a un programma di formazione post laurea non in quanto testimonial ma in quanto fruitori della formazione. Ne consegue che tra i partecipanti si formano gruppi di lavoro misti tra chi ricopre già una posizione aziendale e chi andrà a ricoprirla, favorendo una proficua fertilizzazione di idee che sarà utile a entrambi. Infine, e questo è probabilmente uno dei lasciti della pandemia, i confini tra la formazione continua, la forma classica dei seminari e dei workshop e il recruiting si sono spezzati e diventano più sfumati, stimolando a ricercare anche nuove modalità di interazione».

L’appuntamento con il primo modulo dedicato alle strategie e agli scenari dell’e-commerce è per il 7 giugno, con possibilità di scelta tra aula e online. Seguiranno quelli su: gestione operativa e soluzioni logistiche e sulla misurazione delle performance sempre relativi all’e-commerce. Successivamente ci saranno i moduli più tecnici: email marketing, conversion rate optimisation, digital & social adv, Google analytics certification, seo strategy & tools.

 

a cura di Fabrizio Gomarasca @gomafab